venerdì 28 luglio 2017

|5 cose che...| 5 libri che vorrei leggere solo per la bellezza della loro cover

*controlla l'ultima volta che ha pubblicato qualcosa su questa rubrica*
*cerca*
*cerca*
*cerca*

MISERIACCIA!
L'ultimo post risale al 5 maggio!


Sono davvero imperdonabile non è vero?
Cattiva e brutta book blogger!



Va bene, adesso cerco di riprenderla in mano che ne dite?


Rubrica 5 cose che...ideata dal blog Twin Books Lovers  che
consiste nel pubblicare ogni settimana un elenco di 5 cose legato al mondo dei libri, cinema o musica.



Oggi tocca scegliere 5 libri che vorrei leggere solo per le loro cover e io amo le belle cover!
ADORO LE COVER!

 

Sceglierne solo 5 sarà come sempre molto difficile, ma vediamo un po'...

L'OROLOGIAIO DI FILIGREE STREET 
di NATASHA PULLEY


Io di questo libro non ho letto neanche la trama, non so cosa sia, ho solo visto delle foto su Instagram e me ne sono innamorata.

NEL PROFONDO DELLA FORESTA 
di HOLLY BLACK


Amo e adoro, mi aspetta da quando è uscito solo che non mi decido mai a leggerlo!

NOTTI AL CIRCO di ANGELA CARTER


E insieme a questo millemila libri della Fazi, adoro le cover che usano!

WINTERSONG 
di S. JAE-JONES


Strano, ma vero c'è pure uno Newton!
Ora, detto sinceramente, molte volte le loro copertine sono brutte, brutte odio i faccioni in copertina e i loro libri hanno sempre facce di ragazze più o meno depresse...MEH!
Ma dando un'occhiata alle prossime uscite devo dire che stanno migliorando e questo è uno di quei libri che...WOW!

IL VALZER DEGLI ALBERI E DEL CIELO
di JEAN-MICHEL GUENASSIA


Fermi tutti! 
Questa copertina è stupenda e meravigliosamente meravigliosa!
Avrò questo libro!

Niente, adesso sono in piena venerazione di fronte a queste copertine, lasciatemi sbavare!


mercoledì 26 luglio 2017

#56 Cosa penso di...Dillo tu a mammà di Pierpaolo Mandetta |Recensione|

Buongiorno miei cari lettori ♡
(sia lodato il cielo oggi non fa caldo!)

La recensione tratta un libro che mi ha fatto sentire molto a casa  e che ha come tema principale l'amore: l'amore omosessuale, l'amore per la famiglia e anche l'amore verso se stessi.
Sto parlando di Dillo tu a mammà di Pierpaolo Mandetta, curiosi di saperne di più?

Dillo tu a mammà 
di Pierpaolo Mandetta
Editore: Rizzoli
Pagine: 312
Prezzo:18,00 euro
SINOSSI
I sentimenti non sono semplici, ma con le parole lo diventano. 
L’amore è sempre una faccenda di famiglia. Samuele ne è convinto, mentre guarda fuori dal finestrino sul treno che da Milano lo trascina verso sud. Dopo essere fuggito per anni, è finalmente pronto a rivelare ai suoi genitori di essere omosessuale. Con lui c’è Claudia, la sua migliore amica, incallita single taglia 38 e unica donna di cui si fida. Appena arrivano a Trentinara, un grazioso borgo del Cilento, ad accoglierli ci sono i parenti al completo. E la sera, alla festa del paese, il papà ha un annuncio da fare: suo figlio e la fidanzata Claudia si sposeranno a breve. È un vero e proprio shock per Samuele: lui vuole sposare Gilberto, il compagno rimasto a Milano, proprio lo stesso uomo che lo aveva convinto a riavvicinarsi ai suoi. Ma nelle case del Sud è quasi una tradizione che sogni e desideri vengano condivisi in “famiglia”: non solo con mamma e papà, ma anche con quella vecchia zia che si incontra una volta all’anno e persino con la vicina di casa. E così Samuele, per poter essere padrone della propria vita, dovrà fare i conti con un passato che vuole lasciarsi alle spalle; stavolta, però, non è disposto a scendere a compromessi. E adesso chi glielo dice a mammà?


Quella che scrive Mandetta potrebbe sembrare una storia fatta di stereotipi che vengono spesso associati al Sud e io invece vi dico che non è così, più leggevo e più mi sentivo a casa! Certo io sono sicula e il libro è ambientato nel Cilento, ma dimenticate la geografia in questo caso ogni mondo è paese!
Non ho potuto fare a meno di notare le piccole caratteristiche che mi hanno fatto esclamare: "Ma è così! È così per davvero anche qui!", ad un certo punto è stato tutto un'annuire, urlare dietro a certi comportamenti e una voglia immane di prendere a schiaffi qualcuno...emh, torno seria.

Il protagonista della storia è Samuele un trentenne fuggito dal suo paesino per trovare rifugio a Milano, 'fuggire' direi che il verbo che calza a pennello in questa situazione: lui a Trentinara non stava bene, si sentiva rinchiuso e il suo essere omosessuale l'ha fatto sentire prigioniero di se stesso, perchè se nel resto d'Italia essere gay può essere difficile al Sud lo è cento volte di più, è un qualcosa che può essere percepita come un disonore per tutta la famiglia, qualcosa che deve essere nascosto, l'amore diventa qualcosa di cattivo.

"Le persone che si amano...se lo devono dire. L'amore non si può nascondere. Nessun dio vorrebbe questo."

Ed è così che Samuele scappa e poi ritorna per dare la notizia del suo matrimonio con Gilberto, immaginate il suo timore di essere rifiutato e giudicato non solo dalla famiglia, ma da tutto il paese perchè le voci volano e i pettegoli vivono per queste chiacchiere, soprattutto le vecchiette! Nel resto del mondo si ha FBI, CIA e quant'altro, al Sud si hanno i gruppi di vecchiette sedute davanti alla porta e credetemi sanno più loro di voi di quanto voi stessi sappiate!
Samuele ha fatto quel che doveva fare: ha fatto i conti con la sua famiglia e l'intero paese, ma il suo cuore è in subbuglio, tentenna: il suo è amore o no?
Il rapporto con Gilberto è un qualcosa che vuole veramente rendere solito o il matrimonio è solo un modo per farlo contento?
I suoi dubbi sono tanti.
Troppi.
Dovrà fare i conti con il suo passato e soprattutto con il suo primo amore, Peppe, che è stata anche la sua prima grande delusione e se è vero che le delusioni fortificano Samuele con le sue ci ha costruito una corazza.
Non pensate però che Samuele sia solo una povera vittima, lui in questo ruolo ci sta anche bene, pensa che il mondo gli remi contro quando molte volte sta solo ad aspettare qualcosa, forse a causa del suo egocentrismo o forse a causa del fatto che da piccolo e da ragazzo ha ricevuto pochi abbracci, ma durante questo libro Samuele capisce i propri sbagli, cerca di correggersi e alla fine prende una decisione con la testa e soprattutto con il cuore.

Questo libro è fatto di emozioni, ma soprattutto di sensazioni.
Mandetta non ci parla solo di come è vivere la propria omosessualità al Sud, ma ci porta in un viaggio nella sua terra non mostrandocelo solo attraverso gli occhi, ma anche attraverso i sapori, gli odori e anche facendocela un po' toccare.
Una storia piena di tutto: amore, amicizia, famiglia e ricerca di se stessi, il tutto condito con una buona dose di umorismo, cosa che non guasta mai!

VOTO FINALE
☆☆☆☆ e mezzo su cinque

Spero di avervi incuriosito almeno un po'!
Sempre con tanto amore,

martedì 25 luglio 2017

#55 Cosa penso di...Dream magic di Joshua Khan |Recensione|

Voglio premettere una cosa: questo è un libro che va letto nel periodo di Halloween, con i suoi toni è perfetto per la notte più spaventosa di tutte!
E allora perchè io l'ho letto in piena estate, con il sole che brilla alto nel cielo e con tanto caldo?
Ecco, proprio per questo: volevo immaginare di essere in un posto freddo e buio...*sospiro estasiato*

Ma adesso bando alle ciance e diamo inizio alla recensione e QUI potete trovare la recensione del primo libro della serie, Shadow magic!


Dream magic
di Joshua Khan
Serie: Shadow magic #2
Editore: DeAgostini
Pagine:420
Prezzo: 14,90 euro
SINOSSI
Lily Shadow è diventata regina, ma i nemici di Castel Cupo sono sempre in agguato. Nell’aria c’è uno strano fermento. I morti si stanno risvegliando dalle tombe, i villaggi subiscono razzie e un esercito di troll si avvicina da nord. Il popolo comincia a dubitare della sua stessa regina. Lily però non è sola. Il coraggioso Thorn è il suo braccio destro ed entrambi sanno che l’unica possibilità di tenere unito il regno è controllare le Ombre. Lily infatti non ha ereditato solo il castello degli Shadow, ma anche la magia nera. Così, mentre la giovane regina si esercita nell’arte proibita e tiene a bada una lunga fila di pretendenti, le armate stringono i confini e inquietanti ragni si muovono nell’oscurità… Sarà sufficiente la determinazione di una ragazza a salvare Castel Cupo? 




Signore e signori ho nuovamente il piacer di darvi il benvenuto a Castel Cupo!
Siete pronti a vivere ancora una volta un'avventura da bbbbrrrivido?

Geena è un regno dove le tenebre la fan da padrone e non è difficile incontrare zombie, fantasmi e anche qualche vampiro, ma da quando la regina Lily ha squarciato il Crepuscolo i guai e gli obblighi sono aumentati e per la giovane è tutto un susseguirsi di ordini e riunioni per stabilire l'ordine!
Peccato che gli zombie non siano particolarmente collaborativi...

E poi c'è Thorn lo scudiero che ha accompagnato Lily nella sua prima avventura, un ragazzo fatto di coraggio, buone intenzioni e un talento incredibile per cacciarsi nei guai. 
Guai che come vi dicevo non sono mai troppi a Castel Cupo, ogni giorno capita qualche imprevisto e mote volte questo nasconde qualcosa di macabro e oscuro, ma da qualche tempo sembra che i problemi siano sempre più grossi: sparisce gente dal villaggio e come se non bastassee i troll sono sul piede di guerra!

UN VERO DISASTRO!

Ma il mistero è dietro l'angolo ed è tessuto in una tela sottile e pericolosa costruita da ragnetti di cristallo, questi esseri sono tanto fragili quanto pericolosi e daranno un bel da fare ai nostri eroi. Soprattutto Lily dovrà fare i conti con il passato della sua famiglia che è intessuto di orrori e abbandoni, per lei sarà uno shock scoprire cosa cela, un vero shock!

Siete pronti a iniziare questa nuova avventura?
Vi suggerisco una cosa però: se un ragnetto vi morde non vi addormentate!


Per me è stato un vero piacere tornare a Geena e nei suoi luoghi oscuri! Come nel primo libro l'autore ha saputo dar vita ad un'avventura ricca di tutta gli ingredienti che la rendono perfetta: mistero, suspance e dei personaggi che sono ben strutturati, il tutto condito da uno stile che porta il lettore fin dentro alla storia, così tanto che ad un certo punto ho avuto l'impressione di avere dei ragnetti che mi camminavano addosso. MERAVIGLIOSO!

Dream magic non è solo un libro per ragazzi, ma qualcosa di più: è magia, mistero, oscurità e sogno e quest'ultimo avrà un ruolo molto importante all'interno del libro.
Il sogno e l'immaginazione rendono la magia ancora più potente e i libri sono carichi di questi due elementi, forse per questo che sanno tanto di incanto!

VOTO FINALE
☆☆☆☆ e mezzo su cinque

Se non conoscete ancora questa serie vi consiglio di iniziarla e se non avete ancora letto questo libro cosa state aspettando??

Io sono già impaziente di conoscere cosa accadrà dopo!


lunedì 24 luglio 2017

|Premio Bancarella| Il post finale, ringraziamenti e...PREMIO SBANCARELLA!

Una settimana fa si è concluso il Premio Bancarella a Pontremoli con vincitore Matteo Strukul con il suo I Medici - Una dinastia al potere, QUI potete leggere la mia recensione, ma in breve posso dirvi che è un libro che appassiona e tiene incollati alle pagine, su questo non c'è dubbio!



Ebbene, come #bancarellablogger sarei dovuta essere insieme alle mie 'colleghe', ma come persona sfigata non sono potuta essere presente, purtroppo questo non è stato un anno...fortunato, ma cerco di non lamentarmi troppo e in fondo è stato bello far parte di questa esperienza anche a distanza!
Grazie alle dirette e alle foto è stato come essere lì e mi sono ugualmente emozionata e poi, lasciatemelo dire: Laura, Chiara, Cristina, Deborah, Lea, Stefania e Anna Rita sono state proprio fantastiche!
Se volete vederle all'opera vi lascio il video, vi obbligo consiglio di vedere le parti dove le nostre fanciulle hanno avuto la parola, le vedrete con i vostri occhi in tutta la loro figaggine...emh, bellezza!


Per me fare parte di questo progetto ha significato molto: è stato bellissimo e molto interessante scoprire come è nato il Premio Bancarella, andare alla scoperta delle sue curiosità, leggere i libri finalisti di quest'anno, ma la cosa più bella sapete cosa è stata?
Avere a che fare con delle persone molto serie matte che amano i libri come me, vi assicuro che nei loro blog troverete tanta passione e dedizione e soprattutto sono delle anime belle, ma tanto belle!

Per ora lascio i ringraziamenti a dopo, adesso voglio dedicarmi al...

PREMIO SBANCARELLA!

Anche noi #bancarellablogger abbiamo votato il nostro vincitore tra i sei libri finalisti e volete sapere chi è?

*rullo di tamburi*

MAGARI DOMANI RESTO di LORENZO MARONE


Un libro che ho letteralmente amato (come gli altri di Marone!) e che mi ha emozionato tantissimo, per saperne di più sul mio parere vi lascio la mia RECENSIONE.

Bene, adesso siamo giunti alla fine e ho il bisogno di ringraziare Laura alias La Libridinosa per avermi aggiunto in questo progetto ricordo ancora che quando mi ha contattata per farne parte ho pensato "Oddio, che ho fatto??"...sì, Laura può incutere un po' di timore a causa delle sue recensioni senza peli sulla lingua, ma è una personcina tanto cara! Davvero non sto scrivendo questo sotto minaccia, giuro!

COMUNQUE.

Vorrei davvero  ringraziarla!
GRAZIE.
GRAZIE.
GRAZIE! ❤
Spero che non si sia pentita di avermi aggiunto nella squadra...


Ma i ringraziamenti non finiscono qui: c'è un'altra persona che devo ringraziare, una persona senza il quale i #bancarellablogger non sarebbero neanche esistiti, una persona che ci ha dato fiducia e che ha creduto in noi! Lei che tutto muove e tutto può. Il grande capo.
AMANDA COLOMBO!

Grazie.
Grazie.
Grazie anche a te! ♥

Ovviamente non posso non ringraziare il resto della squadra! Un grazie infinite a:

Stefania e Lea di Due lettrici quasi perfette;
Cristina di Leggere in silenzio;

È stato bellissimo poter condividere quest'esperienza con voi!

Con questo è tutto!
Sempre con tanto amore,