martedì 26 aprile 2016

Cosa penso di...#21 Firebird - La caccia di Claudia Gray |Recensione|

Eccomi qui!
Finalmente riesco a scrivere questa recensione.
Stavolta vi parlo di Firbird - La caccia di Claudia Gray, libro che mi ha entusiasmato!

Firebird La Caccia 
Serie: Firebird #1
Autore: Claudia Gray
Editore: HarperCollins Italia
Prezzo: 16,00 €
SINOSSI
Marguerite Caine è cresciuta respirando intorno a sé le teorie scientifiche più all'avanguardia. I suoi genitori, infatti, sono due famosi scienziati che sono riusciti a realizzare la macchina più stupefacente di tutti i tempi: il Firebird. Si tratta di un congegno che permette di viaggiare in dimensioni parallele, basandosi sulla teoria che esistono infiniti universi, che sono poi quelli delle possibilità. Ciò che non è stato in questo mondo si è certamente realizzato in uno degli altri.
Il padre di Marguerite, però, è misteriosamente scomparso. Sembra che a ucciderlo sia stato Paul, uno degli assistenti, che è poi fuggito impunito in un'altra dimensione, portando via con sé tutti i dati relativi al Firebird. Marguerite si lancia alla ricerca del padre e grazie a Theo, uno studente di fisica che l'aiuta nell'impresa, riesce a ingaggiare una caccia all'uomo pluri-dimensionale, tra una Londra del futuro, una Russia ai tempi dello Zar e un mondo sottomarino... Le vite sono mille. Mille le possibilità. Ma il destino è uno soltanto.

Interessante. Davvero molto interessante questo libro e la sua trama, mi è capitato di leggere di viaggi nel tempo, ma mai di viaggi tra diverse realtà parallele ed è questo ha reso la lettura di Firebird qualcosa di davvero unico, almeno per me che affrontavo per la prima volta questo tema.

I genitori di Marguerite sono due scienziati molto famosi che grazie ai loro studi hanno scoperto un modo per poter viaggiare attraverso le realtà parallele, ne esistono diverse una per ogni possibilità, una per ogni scelta che potrebbe venire fatta, attraverso un marchingegno chiamato Firebird e i due sono in lizza per ricevere il prestigioso premio Nobel, ma qualcosa va storto. Il padre della ragazza scompare in un misterioso incidente e il corpo non viene ritrovato, uno solo è il sospettato: Paul, giovane assistente che lavora insieme ai genitori di Marguerite al progetto, ma il ragazzo è scappato verso un'altra realtà portando con sè un Firebird e così la ragazza aiutata da una altro giovane assistente Theo, partirà alla caccia dell'assassino di suo padre in un viaggio che la porterà a conoscere la verità, ma anche i suoi veri sentimenti verso uno dei ragazzi...


La Gray ha saputo tirare fuori un qualcosa che pagina dopo pagina ha catturato sempre più la mia attenzione, i viaggi nel tempo mi hanno sempre affascinato, ma questo ha indubbiamente qualcosa di più. Vi immaginate di poter visitare diversi 'mondi' che variano a seconda di cosa si sarebbe potuto scegliere? Tutto è possibile, tutto!
E poi nonostante questa storia non tratti proprio i viaggi nel tempo è stato un po' come viverne uno.
Il primo luogo o realtà che Marguerite vive potrebbe proprio essere un qualcosa molto vicino al nostro futuro: una Londra dove la tecnologia ha preso completamente il sopravvento, mentre il secondo è la Russia dei primi anni del 900 dove già solo l'esistenza del telefono è una rarità.
Questa parte ambientata in Russia è stata sicuramente la mia preferita, quella dove si riesce pian piano a comprendere la storia e il vero legame tra l'assassinio del padre di Marguerite e il comportamento di Paul, che si rivelerà per quello che è veramente (ovviamente non dico altro su questo, ho sempre paura di spoilerarvi qualcosa :P).
Il triangolo Marguerite/Paul/Theo mi è sembrato molto carino, vi dico solo che niente è come sembra (Ah! Ho detto già troppo!).

E parlando sinceramente fra me e voi, entrambi quei ragazzi non mi sarebbero dispiaciuti, di solito in queste storie ho sempre un 'preferito', ma qui no e poi....beh...avere uno scienziato accanto per una come me che di scienza non ne capisce una mazza, ma che la trova molto interessante sarebbe davvero, davvero una cosa carina. Io e la scienza, chimica, fisica, matematica e cose così non siamo mai andati d'accordo, evidentemente il mio cervellino si rifiuta di capirla e...

...e questo non vi interessa, proprio no!
Che c'entra col libro?
Niente.
E allora perchè ve ne sto parlando?
Bella domanda.

Ormai ci sarete abituati ai mie sproloqui, ma vi chiedo umilmente scusa.


Comunque, non vedo l'ora di scoprirne di più con il secondo libro che spero arrivi presto tra le mie manine!

Voi cosa ne pensate di questo libro?
Lo avete letto o pensate di farlo?







p.s: questo post era già stato pubblicato ieri, ma ho fatto danno e per sbaglio l'ho cancellato. W me!

6 commenti:

  1. Non mi leggo la recensione perché ho comprato il libro e mi deve arrivare a giorni ma dal poco che ho intravisto ti è piaciuto, non vedo l'ora di averlo *_*

    RispondiElimina
  2. L'ho letto qualche mese fa, non mi ha fatto impazzire ma l'ho trovato davvero carino.
    Il problema è che già da subito avevo capito la questione Paul quindi la sorpresa finale non c' è stata.
    Bella recensione ♡
    Rose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo immaginavo pure io, era più che palese. u.u
      E grazie.
      <3

      Elimina
  3. Ciao! Devo ancora iniziare questa serie, mi ispira tantissimo e anche se l'ho lasciata da parte mi hai fatto tornare la voglia di iniziarla al più presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto interessante la parte dei viaggi in diverse realtà parallele. :D

      Elimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥