lunedì 5 giugno 2017

#40 Cosa penso di...Nerve di Jeanne Ryan |Recensione|

Buongiorno miei cari!
Il caldo è arrivato e io mi sto lentamente sciogliendo...non è ancora arrivata l'estate vera e propria e io già mi sto lamentando! Perfetto!


Comunque, che ne dite di parlare del libro di oggi così forse dimentico il caldo!

Nerve 
di Jeanne Ryan
Editore: Newton Compton
Pagine: 256
Prezzo: 10,00 euro
SINOSSI
Quando viene selezionata come concorrente per Nerve, un gioco in diretta online, Vee non è sicura che avrà il coraggio necessario ad affrontare le sfide via via proposte. Eppure chiunque si nasconda dietro Nerve sembra conoscerla alla perfezione e sapere esattamente ciò che desidera: i premi sono allettanti e il suo partner nel gioco è il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento tutto si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Gran Premio, la finale di Nerve. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?

 

Che ansia questo libro!
Più lo leggevo, più diventava assurdo e più mi dicevo che tutto quello che stava succedendo potrebbe succedere benissimo anche nella realtà.
Nerve è un gioco che nasce come intrattenimento,  ma è qualcosa di subdolo e nessuno sa chi si nasconda dietro i suoi meccanismi. Tutto gira intorno all'obbligo di fare diverse sfide in cambio di soldi o premi prestigiosi, queste sfide però vengono riprese in dirette dai partecipanti stessi o dagli Spettatori, persone che provano un certo piacere perverso nel vederle.
La giocatrice di cui seguiremo le sfide e Vee, una ragazza che è abituata a vivere dietro le quinte e stare sempre un passo indietro e questo è quello che la spinge a partecipare alla prima sfida: una sorta di ribellione e una voglia di partecipare attivamente alla sua vita. Ma tutto questo la rende parecchio spericolata, vi è quasi un cambio di personalità, diventa sempre spregiudicata ad ogni capitolo, fino ad arrivare alla fine dove sembra quasi avere un'altra persona.
Non vi nascondo che qualche volta (facciamo parecchie volte) ho avuto la voglia di guardare Vee negli occhi e dirle: "Cara mia, che cavolo stai facendo?", perchè nonostante all'inizio le sfide siano qualcosa di 'divertente' man mano che prosegue diventano pericolose e rischia di mettere in gioco nn solo se stessa ma anche i suoi amici e cosa fa?
Continua! Certo, ha dei dubbi, qualche perplessità, ma continua per un paio di scarpe e io: "Fuggi sciocca!"
Per tutto il tempo!
Poi c'è Ian, il suo compagno in queste sfide, un ragazzo che mi ha fatto molto pensare durante la lettura, avevo il sospetto che il suo ruolo fosse più centrale all'interno del gioco, avevo il sentore che nascondesse qualcosa...e ovviamente non vi dirò se è così!

MUAHAHAHAHAHA

Il rapporto tra Vee e Ian è molto, molto "fast love" e credo che sia dovuto al fatto che vivono esperienze uniche e al limite del normale e i due vivranno momenti molto intensi sia dal punto di vista fisico che emotivo.  Fino ad arrivar al Gran Premio finale dove incontreranno altri cinque giocatori e insieme dovranno affrontare altre sfide, ma se uno di loro si tira fuori perderanno tutto e qui, miei cari, iniziano i problemi, perchè le sfide saranno più pericolose e pesanti da diversi punti di vista e gli altri giocatori faranno di tutto pur non perdere il premio. Di tutto.
E io nella mia testa continuavo a ripetermi: "Questi sono pazzi, psicopatici! Rinchiudeteli!"
No davvero, si raggiunge un grado di follia che non credevo possibile! La cosa che mi ha sconcertato di più è il fatto che gli altri partecipanti non lottassero per la propria vita, ma per dei soldi!
E sapete una cosa?
Non la vedo neanche una cosa tanto fuori dal normale, sono convinta che molte persone reali potrebbero comportarsi allo stesso identico modo e questo mi ha fatto molto pensare oltre che fammi inorridire.
Il gioco di Nerve nasce non solo come un modo per vincere soldi, ma un modo per mettersi in mostra e oggi la nostra società si basa su questo, no?
Ad ogni "Mi piace" ci sentiamo più importati e influenti, sui social mettiamo di tutto e di più senza pensare agli effetti che potrebbero avere e Nerve si basa su questo. Non è un semplice gioco, le persone che ci stanno dietro sembrano conoscere tutto dei partecipanti: i loro punti deboli, il loro passato, tutto e per i giocatori non sarà facile uscirne fuori.

Durante la lettura di questo libro non si può fare a  meno di entrare dentro la vicenda, soprattutto nella parte finale che è più ricca di azione e colpi di scena e dove ho provato un certo senso d'ansia.
Vi è un crescendo d'azione, l'inizio è un po' più debole, il gioco intero sembra quasi uno scherzo, ma alla fine è chiaro che non è così.
Ma...ecco, a me sono rimasti molti dubbi!
Capisco che l'autrice abbia voluto mantenere un po' di mistero per accrescere la curiosità, ma la fine...no!
In alcuni punti mi aspettavo un qualcosa di più perchè vedendo il trailer del film avevo intuito che la storia nascondesse dell'altro e andando a leggere la trama su Wikipedia (se non volete spoiler non fatelo!) mi sono resa conto che è molto diverso e anche più adrenalinico, mi aspetto molto da questo film!
Per concludere posso dire che è un bel libro, scritto in maniera che il lettore venga coinvolto all'interno della storia, ma forse manca qualcosa, una scintilla che l'avrebbe reso ancora più geniale!

VOTO FINALE
☆☆☆☆ su cinque 

Cosa ne pensate voi?
Pensate di leggere il libro o di passare direttamente al film?


12 commenti:

  1. Come me, quattro stelle su cinque. Io anche ho trovato alcune cose ai limiti dell'assurdo ma mi rendo conto che purtroppo potrebbero essere reali. Vee è fuori di testa. All'inizio ok, ma dopo? Resto anche dell'idea che sia necessario un seguito. Sarebbe sufficiente un solo libro per "risolvere" tante situazioni...

    RispondiElimina
  2. non mi ha fatto impazzire, ma non mi è neanche dispiaciuto.
    Il film è decisamente migliore!

    RispondiElimina
  3. sono curiosissima per questo libro. E poi ovviamente vorrò vedere pure il film

    RispondiElimina
  4. Ciao Grazia,
    ahaha anche io patisco molto il caldo di questi giorni >.<
    Il libro lo devo leggere, così come devo vedere il film :)

    RispondiElimina
  5. Questa cosa delle sfide mi fa un po' impressione xD Non so se leggerò il libro!

    RispondiElimina
  6. Ne hanno parlato tutti bene. :) Io non l'ho letto.

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥