mercoledì 24 maggio 2017

#35 Cosa penso di...La fioraia del Giambellino di Rosa Teruzzi |Recensione|

Bene, siamo solo a mercoledì e io spero solo che questa settimana finisca presto, anzi passiamo al prossimo mese, no aspettate, facciamo direttamente il prossimo anno! Che è meglio!!
Niente, lasciate perdere, questo è un periodo un po' 'meh', ma per fortuna esistono i libri, no?
Allora leggete questa nuova recensione!
Questo è il secondo libro di Rosa Teruzzi che racconta le avventure di Iole, Libera e Vittoria, se volete leggere la recensione del primo, La sposa scomparsa, andate QUI!

Un grazie alla Sonzogno per la copia digitale! ♥

 
La fioraia del Giambellino
di Rosa Teruzzi
Editore: Sonzogno
Pagine: 176
Prezzo: 14,00 euro
SINOSSI 
Avvicinandosi il tanto atteso giorno delle nozze, Manuela, ragazza milanese romantica e un po’ all’antica, sogna di realizzare il suo desiderio più grande: essere accompagnata all’altare dal padre. Il problema è che lei quel genitore non l’ha mai conosciuto e non sa chi sia. È un segreto che sua madre ha gelosamente custodito, e che per nulla al mondo accetterebbe di rivelare. Stanca delle continue liti in famiglia per ottenere la confessione cui tanto tiene, a Manuela non resta che cercare aiuto altrove. Così bussa alla porta del vecchio casello ferroviario, dove abitano tre donne assai originali, sulle quali ha letto qualcosa in una pagina di cronaca nera: la poliziotta Vittoria, tosta e non proprio un modello di simpatia, sua madre Libera, fioraia con il pallino dell’investigazione, e la nonna Iole, eccentrica insegnante di yoga, femminista e post hippie. Sono tre donne diversissime, spesso litigiose, con il talento di mettersi nei guai ficcando il naso nelle faccende altrui. Saranno proprio loro, dopo le iniziali esitazioni, ad andare alla ricerca del misterioso padre. Le tracce, come in una caccia al tesoro di crescente suspense, le condurranno in giro per Milano e nei paesini della Brianza, a rivangare l’oscuro passato della madre di Manuela, custodito nei ricordi e nelle omertà di chi l’ha conosciuta da giovane. E a mano a mano che si avvicineranno alla soluzione del caso, si troveranno di fronte al dilemma: rivelare la scabrosa verità, oppure no?


 "Può esistere pace senza verità?"

Che io abbia finito questo libro alle 4:30 di notte è del tutto normale, ci sono periodi in cui non riesco a dormire e questo è uno di quelli e in questi casi ringrazio sempre di avere un libro che mi tenga compagnia, però dovete sapere che non appena ho finito di leggerlo sono rimasta un tantino, ma anche tanto, sconvolta perchè mica si può finire un libro così? Eh no! Specialmente se quel libro è stato finito di notte: il sonno è sparito completamente!

Ma comunque nonostante il finale da "Non può essere finito!", questo libro è stato bello, bello, bello!
E' stato bellissimo poter rileggere le avventure di Libera, Iole e Vittoria, queste tre donne diversissime tra loro, ma con una certa passione per le indagini, è una cosa che hanno nel sangue!
Questa volta Vittoria sarà meno presente, ma le sue apparizioni saranno molto intense e cariche di tensione! Ma per nostra fortuna Iole sarà sempre presente e il mio motto è: "Iole for president!" perchè non si può non uscire pazzi per questa vecchietta...no! Non chiamiamola vecchietta che si offende! Iole ha di sicuro i suoi anni, ma sembra quasi più giovane della sottoscritta, che per la cronaca al momento è sdraiata sul letto con un dolorino al collo!
COMUNQUE.
Poi abbiamo Libera, la donna che sta in mezzo, la figlia e la madre, quella che porta sul cuore qualche peso: la morte del marito poliziotto in circostanze misteriose e  la vita della figlia che le da sempre qualche preoccupazione, in questo libro sapremo qualcosa di più su entrambi i fronti e questo non fa che aumentare le sue preoccupazioni. Fortuna vuole, però, che un nuovo caso gli bussi alla porta: se nel precedente libro ha avuto a che fare con una sposa scomparsa, in questo dovrà trovare il padre di una sposa e nonostante all'inizio non voglia  avere niente a che fare con questo caso cede e inizia ad investigare insieme alla super Iole!
Il caso non sembra semplice, ma le nostre due investigatrici sapranno scovare delle ottime tracce e alla fine, complice qualche aiuto e una lettera, scopriranno qualcosa, un qualcosa che forse (forse, forse) è un po' intuibile già dalle prime pagine, ma arrivata all'ultima frase di questo libro si rimane fortemente spiazzati!

In un libro che ripercorre passato e presente svelando i segreti di una donna che ha fatto di tutto per scappare dalla sua vecchia vita, la Teruzzi ci regala un mistero che tiene vivo l'interesse del lettore, donandoci anche qualche sorriso!

Adesso non mi resta che aspettare un terzo libro perchè io ho BISOGNO di sapere, chiaro?

VOTO FINALE
☆☆☆☆ e mezzo su cinque 

Non vedo l'ora di leggere ancora un'altra avventura di queste investigatrici per caso!


Alla prossima,


2 commenti:

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥